mercoledì 22 luglio 2015

[moda 2015] Franck Sorbier summer 2015

Emerging from the mist like northern woods fairies, Franck Sorbier's womens wear short and long dresses according to their mood with hair recalling untouched woods.

Fire red, sky blue, night black and pure white: Franck's Lorealys are all this and in they are beautiful in their simplicity.
The dresses are not easily wearable but beautiful.

The irregular skirt with the ripped lower part, perfect in a fantasy novel but uncomfortable during an afternoon walk, in the right occasion can transform a woman into a goddess.

So, my dear, be careful where you will wear these dresses: a place were playing in disguise in a foggy riverside with some dew rising.....hard to imagine in this scorching summer but a fascinating scenario for goddesses rising from a lake to make their knights fall in love at first sight.

It reminds us of Dolasilla, the mythical queen of Fanes on the Dolomites with a silver lake in the background, dwarves and elves populating a magic world that maybe really exists.

Frank Sorbier's website: www.francksorbier.com







Franck Sorbier estate 2015

  
Emergono dalla nebbia come ninfe dei boschi del nord le donne di Franck Sorbier in questa calda estate 2015, indossano abiti lunghi o corti a seconda del loro umore, ed hanno acconciature che richiamano il disordine apparente di una foresta non curata da mano umana.

Il rosso del fuoco, l’azzurro del cielo, il nero della notte, il bianco della purezza: le Lorelay di Franck Sorbier sono tutto questo, e nella loro apparente semplicità sono bellissime .
Gli abiti non sono facilmente portabili ma sono comunque stupendi.

Il gioco della gonna irregolare con il bordo inferiore che pare strappato, che in un film fantasy potrebbe andare benissimo e nel passeggio pomeridiano può dar fastidio, con la giusta occasione, può trasformare una donna in una dea.

Quindi, mie care, attente a dove indosserete questi abiti, il luogo deve essere adatto ad un gioco di travestimento, magari un po’ nebbioso, in riva ad un laghetto alpino con la bruma che si alza la sera … un po’ difficile da immaginare con i 40 gradi che in questa estate abbattono ogni voglia di fare, ma comunque affascinante come scenario, con le ninfe del lago che escono dall’acqua per far innamorare i cavalieri in armi che per caso passano da quelle parti.

Viene in mente Dolasilla, la mitica regina dei Fanes, popolo antico delle Dolomiti, con il lago d’argento sullo sfondo, ed i nani, i folletti e gli altri abitanti di un mondo magico che forse esiste davvero.

Il sito ufficiale di Frank Sorbier: www.francksorbier.com